Le Grotte di Saman: Il segreto meglio custodito della Provincia di Zulia

Nueva imagen (1)Il Parco ecoturistico Grotte di Saman, situata nel Comune di Jesús Enrique Lossada, tra le maestose montagne della Serrania Perijanera, sede di uno straordinario sistema di grotte di 18 km, che gli conferisce lo status di essere il più grande di Venezuela, visto che il riferimento immediato sono le Grotte del Guácharo che ha 9,5 km.

Ci riferiamo alle Grotte di Saman dove hanno identificato 99 cavità interconnesse, solcate all’interno da ruscelli del fiume Socuy; lì ci dimorano una colonia di circa 5.000  uccelli notturni conosciuti come Guacharos (Steatornis caripensis).

Queste magnifiche formazioni sono state visitate per la prima volta, dagli esperti della Società Venezuelana di Speleologia, nel 1990. I lavori hanno durato quattro anni di lavori sotterranei, che sono stati distribuiti su 7 spedizioni. Queste grotte sono parte della cultura ancestrale Japreria, etnia di origine Caraibi che hanno abitato queste territori da tempo immemorabile.

Nel Grotte di Saman ci sono le  impronte di questa etnia e nella profondità delle sue grotte hanno scritto molte leggende, storie che sono state tramandate di generazione in generazione, e da ora in poi saranno note a coloro che visitino questa terra magica.

Per raggiungere le grotte passa per battere un sentiero a tratti scosceso, sassoso molti altri. Altrettanto devono essere attraversati soli 11 passi del fiume Socuy. Un’altra attrazione del percorso primario, sono le belle vedute della Diga i Tre Fiumi, riserva importante che ospita 180 milioni di metri cubi di acqua. Già a questo punto la temperatura inizia a scendere e comincia a godersi la brezza fresca delle montagne.

Arrivati a destinazione colpisce anche il verde assoluto, è il suono degli uccelli e scimmie che convivono in questi luoghi con l’orso dagli occhiali, formichiere, puma, pappagalli, cervi, tapiri, picures, tra le altre specie.

Quando si attraversa un piccolo sentiero, si raggiuge un ponte di legno appeso di 60 metri di lunghezza, che consente l’accesso alla Grotta La Cristalina.

In compagnia di entusiasti eco-guide, che conoscono queste profondità, i visitanti scendono circa 40 metri attraverso una scala in legno.

Il suono caratteristico dei guacharos domina la scena, e le affascinanti forme scavate nella roccia dalla forza dell’acqua e del tempo si rivelano in questo viaggio verso il centro della terra: La Grotta delle Lágrimas, il Piede Sinistro, il Sorriso Verticale, le Tetas de Vaca e finalmente la Grotta dell’Amore, dopo circa 500 metri di percorso attraversando piccoli ruscelli interni.

Senza dubbio, il Parco ecoturistico Grotte di Saman, per la sua bellezza, il suo valore per il turismo e la ricerca, diventerà una delle mete più ambite e frequentate del Venezuela. Stiamo parlando di un turismo 4 per 4 e della possibilità di ammirare e godere della bellezza paesaggistica offerta da questa foresta nuvolosa e di questo imponente sistema di grotte.

Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

 

Advertisements

Informazioni su ANCA24italia

Notizie ambientaliste, ecologiste e conservazioniste dalle Americhe
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.