Parco ecoturistico “Scogliere Cacique Nigale”, il Parco Giurassico del Zulia

NIGALEA soli 20 minuti dalla città di Maracaibo, via settore La Rosita –verso le spiagge–, nel Comune di Mara, voi scoprirete un luogo eccezionale di 15 ettari di piccole pendenze verticali di 20-30 metri di altezza, il Parco Giurassico del Zulia: Scogliere Cacique Nigale.

Lì, guidati dalla mano di Ecoguide, scoprirete e impararete dal punto di vista geologico il valore straordinario della “Formazione Il Miracolo”.

I visitatori possono godere di viste fotogeniche, sia dei paesaggi rocciosi, così come delle sagome perfette che si vedono in lontananza dalla Isola di Toas e Los Héroes, uno degli isolotti I Bassi.

Potranno anche apprezzare una vegetazione prevalentemente desertica, con una fauna composta di tutti i tipi di rettili, insetti e altre specie; tra i quali gli uccelli e lucertole.

È uno spazio ideale per gli amanti della mountain bike, escursioni a piedi o di trotto, attività equina, o semplici visite esplorative per conoscere la geografia e la geologia di questo paesaggio unico.

La versatilità del parco è ancora maggiore, perché il visitatore può anche gustare deliziosi piatti a base di pesce preparati da la nonna Francisca, e se volete, potete fare anche una nuotatina in spiaggia, o fare un giro in barca, la gente del posto offrono tali servizi.

Scogliere Cacique Nigale, nell’ambito del Sistema di Parchi Ecoturistici che oggi mostra lo stato di Zulia per il divertimento, attività ricreative e di educazione ambientale, fa parte della serie dei Parchi Geologici, che ha avuto inizio con il Parco “Las Piedras” nell’Isola di Toas, Comune Almirante Padilla.

Considerando l’aspetto fisico della zona, in queste scogliere voi potete osservare un rilievo piatto con colline di cresta piatta e terreni asciutti di tipo arido.

Vista geomorfologico la zona è piatta; materiale costituito dalla Formazione Il Miracolo, corrispondente al Pliocene del Terziario e il Pleistocene dell’era del Quaternario –circa 2 milioni di anni–, che costituiscono la depressione del Lago di Maracaibo.

Litologicamente il materiale roccioso presente, corrispondente ad una sabbia friabile, fine a grossolana, molto micacea, di colore crema al bruno-rossastro, limi micaceo di colore grigio chiaro, intercalati con argille sabbiose, rosso e giallo-marrone e lenti lateritici ben cementati.

Il paleosuolo superiore separa la grossa unità inferiore della sezione sabbiosa, caratteristica della Formazione Il Miracolo. Il paleosuolo inferiore è sviluppato sul centro dell’arco, e separa la Formazione Il Miracolo da una unità verdastra, possibilmente equivalente alla Formazione Onia.

I sedimenti della formazione sono di carattere fluviale e palustre, che sono stati depositati su un ampio piano costiero e di poco rilievo, e sono stati esposti agli agenti atmosferici e inondazioni, almeno tre volte durante il Quaternario. Queste condizioni agevolarono l’azione eolica e alcuni strati della formazione.

Il paesaggio naturale di tipo xerófilo e di costa insiempe al clima tropicale semi-arido di questa piccola scogliera, invita all’incontro con la natura e godere, con responsabilità ambientale, delle sue infinite bontà.

Il nostro riconoscimento a Lisimaco Paz, progettista, costruttore e direttore del Parco. A Luis Morán e Ramón Cabrera, i lavoratori spiritosi del Ministero Ecosocialismo, Habitat e Vivienda che hanno fatto possibile con la loro creatività questo parco. A Pedro Albia, ingegnere Geodesta anche del Ministero. A Luis Manuel Chávez, un giovane pescatore, abitante del villaggio, che fin dal primo giorno, pieno di fede si ha integrato alla squadra costruttora di parchi.

Ai lavoratori del COEZ (Centro di Operazioni dello stato di Zulia), guidati dal ingegnere Luis Fuenmayor, che con le sue macchine hanno aperto le vie alla conoscenza della natura. E alla nonna Francesca per averci aiutato con i pasti per i lavoratori. Alla troupe di manutenzione del Sindaco di Mara, che con mistica di lavoro hanno fatto anche il loro contributo.

Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Pedro Machado – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

Advertisements

Informazioni su ANCA24italia

Notizie ambientaliste, ecologiste e conservazioniste dalle Americhe
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.