Parco Ecoturistico Totumena, Machiques de Perijá. Un incontro con la preistoria della Sierra de Perijá!

TOTUMENAA 40 minuti di una tranquilla passeggiata lungo un percorso che esalta la bellezza naturale e guidata dal suono del dolce movimento dell’acqua del Fiume Apón, troviamo la pietra Totumena. In essa, la pietra, è conservata le comunicazione ancestrali dei Yukpas, rappresentata in petroglifi. Questi disegni simbolici impronti sono stati fatti scolpendo lo strato superficiale.

Via Toromo a 4 chilometri prima di raggiungere il Ecoparque Grotta di Toromo, ci sono segnaletiche che ci orientano a farci entrare lungo tre chilometri fino ad arrivare a quello che oggi è definito come i 300 ettari di questo nuovo parco ecoturistico, in questo spazio che custodia il più importante monumento archeologico, il testimone della nostra preistoria nella Sierra di Perijá.
L’avventura non ci fa aspettare, gli ecoguide, gli intrepidi guardie forestali di INPARQUES, Istituto Nazioanle di Parchi, vi porteranno per sentieri sicuri e vi spiegheranno la storia di questi importanti petroglifi.

Inoltre, la migliore opportunità per gli escursionisti, gli amanti del jogging Cross Country e per gli osservatori della flora e fauna.

La parola petroglifi deriva dalle parole greche petros (pietra) e glyphein (intaglio). Originalmente, è stato coniato in francese come pétroglyphe.

In Venezuela sono stati trovati 470 copie e sono calcolati, tra i 3.000 e 5.000 anni A.C. Tra gli strumenti che sono stati utilizzati nell’intaglio ci sono l’abrasione o sfregamento con pietre, accompagnate con l’uso di sabbia, acqua, conchiglie marine e percussioni litica, eseguite con scalpelli e martelli di pietra. Anche è stato utilizzato la linfa silicolítica di alcune piante, applicandola alla roccia per rompere la superficie dove si voleva scolpire.

Anche se molto limitata, nei casi nazionali di petroglifi, che sono stati datati, si trovano generalmente entro il periodo chiamato Meso-Indiano che nel nostro paese è compreso tra 5.000 e 1.000 A.C. e probabilmente verso le sue prime fasi. I suoi compiti sono stati vari: in diversi paesi sono stati utilizzati come demarcatori territoriali; indicatori di cimiteri; calendari letti come l’ascesa e la caduta delle acque dei fiumi; guide per le tribù migranti e gli indicatori delle migliori zone di caccia nei paesi di montagna.

TOTUMENA-1Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Fanny Reyes – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

 

Annunci

Informazioni su ANCA24italia

Notizie ambientaliste, ecologiste e conservazioniste dalle Americhe
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.