Seminando il Zulia

sembrandoDella massa forestale originaria dello stato Zulia, attualmente rimane solo il 6%, che è rappresento dalla Sierra di Perijá (2.952 km2). Negli ultimi decenni sotto la premessa di uno sviluppo agricolo e zootecnico, senza responsabilità ambientale, la deforestazione è stata senza precedenti, impattando anche la nostra sicurezza idrica e mettendo in grave rischio la flora endogena e la fauna originaria della regione.

Tra gli anni 2011, 2012 e 2013, l’ex-Ministero dell’Ambiente attraverso la Direzione di Permessi ha autorizzato tagliare in Zulia almeno 300.000 alberi frondosi sotto la tecnicità o stratagemma di “utilizzo di prodotti di legno secondari” o con la premessa di “misure fitosanitario”, fornendo anche più di 3000 guide di mobilitazione legalizzando questo ecocidio imperdonabile. Soltanto delle specie di Saman nel 2013 63.000 alberi sono stati uccisi, secondo i documenti della stessa istituzione.
Oggi il Zulia ha un piano verde, che concentra tutti i suoi sforzi per recuperare le sue foreste e aree naturali decimate dalla impunità ambientale. Una tale strategia è il ripopolamento accelerato e simultaneo in diverse zone della amata terra del sole: Maracaibo.
Nel 2014 il Governo Regionale in collaborazione con la Missione albero e la Società nazionale di Rimboschimento (CONARE), hanno piantato 325.000 alberi di specie diverse, spiccando la piantagione nella pianura di Burro Nero Machango, aree legate alla diga di tre fiumi e la autostrada la Lara Zulia nel Parco Stradale General Rafael Urdaneta.
Questo sforzo sinergico ha arricchito la portata e abbiamo imparato di più sulla questione della piantagione di alberi in massa. Il 2015 sarà senza dubbio il grande anno verde di Zulia.
La Zulia ha un Piano Verde: 325.000 alberi nel 2014, tale cifra sembra facile, ma gli sforzi per raggiungerlo sono stati tanti.
I lavoratori del Ministero dell’Ambiente, sono gli eroi sconosciuti di questa impresa ambientale. In questa organizzazione non ci sono operai, tutti coinvolti sono professionisti, buoni impiegati, che prendono i falci o strumenti di lavoro e escono ogni giorno a lavorare per mantenere questi primi 70 ettari nel Lara Zulia.

Sembrando al Zulia 111111 lenin cardozoParco Stradale General Rafael Urdaneta.

Sembrando al Zulia 111111111111111 lenin cardozoIng. Agronomo Normando González Segretario dell’Ambiente e leader del Programma Seminando al Zulia.

Sembrando al Zulia 111111111111111111111 lenin cardozoPiantagione di Pini Caribi nella pianura di Burro Nero Machango.

Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Fanny Reyes – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

Annunci

Informazioni su ANCA24italia

Notizie ambientaliste, ecologiste e conservazioniste dalle Americhe
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.