Unire gli sforzi per consolidare l’Ecoturismo nella Sub-Regione Guajira

goajiraIl recupero del Terminal Fluviale Il Trompo, accanto al Fiume Limone, insieme alla’attestazione come Ecoparchi dei Caños Paijana, La Tigra e La Enea, fa parte dell’impegno del Governo Regionale per garantire la tutela di aree ad alto valore per la biodiversità e la indiscutibile bellezza, fornendo una spinta al turismo ecologicamente responsabile. In base a tale criterio la gestione del Governatore Francisco Arias Cárdenas lavora in stretta collaborazione con il Governo Nazionale ed i Comuni di Mara e di Guajira.

Il pontile di Il Trompo si trova in condizioni ottimali per accogliere i turisti che possono imbarcarsi per conoscere nuove destinazioni, oltre i soliti itinerari che partono da questo terminale per l’Isola di San Carlos e la Laguna di Sinamaica.

Tra le nuove caratteristiche c’è il Parco Ecoturistico Caño Paijana, nel Comune di Guajira, e i suoi 4000 ettari di verdi e lussureggianti mangrovie, dove coesistono le scimmie urlatrici, aironi, falchi, aquile, procioni, alligatori, caimani, tra le altre specie.

All’inizio del viaggio potete apprezzare il punto esatto in cui convergono le acque del fiume Limone e il Lago di Maracaibo, per poi accedere ai tunnel vegetali che una volta erano usati dai pirati e corsari, che cercavano di eludere i controlli dei punti di forza delle Isole di San Carlos e Zapara nel tentativo di raggiungere il Lago di Maracaibo.

I visitatori potranno ascoltare storie fantastiche di naufragi, tesori nascosti e avamposti dimenticati, in una viaggio emozionante conoscendo le ricchezze naturali di questi luoghi.
Anche da Il Trompo si può coordinare una gita all’Ecoparco Caño La Tigra, nel Comune di Mara, dove in 500 ettari, la pratica del kayak, Canoa e “Cayuco” offre la possibilità di godere di una splendida vista sulla costa, il fiume, la flora e la fauna.

Verso la Laguna di Sinamaica trovarete un’altra alternativa per l’intrattenimento, in cui il paesaggio umano e naturale è destinato a invogliare i turisti. L’habitat e i costumi degli Añú, popolo palafittico che evoca la “piccola Venezia”, che abbagliò ai conquistadores spagnoli, rappresentano il ricongiungimento necessario con i nostri antenati.

È il territorio di mangrovie, la palma ed enea, nelle mani creative degli Añù servono sia per costruire alloggi e per lo sviluppo di oggetti di uso quotidiano. Una stazione sarà il Parador Turistico di CORPOZULIA per rinfrescarsi, gustare delicatezze locali e acquistare prodotti artigianali.

Conclusa la visita alla Laguna di Sinamaica, conoscere il Parco Caño La Enea sarà la conclusione perfetta per un viaggio pieno di natura e di storia.

Si trattala della vecchia strada che collegava tramite piccole imbarcazioni la terraferma con il villaggio palafittico, prima della costruzione della strada che va da Sinamaica a Puerto Cuervito. Eneales, mangrovie e uccelli costieri, fanno parte di un’esperienza indimenticabile.

Al ritorno di una qualsiasi di queste destinazioni ecoturistici, l’ospitalità e la buona cucina offerta dal Ristorante El Trompo aspettano ai visitatori. Niente di più gratificante che concludere la giornata compiacendo il palato, guardando il imponente Ponte sul Fiume Limone, nel Comune di Mara.

Nuovi spazi per la Vita e la Pace disponibili e ai zuliani e visitatori, destinazioni ecoturistici che fanno essere orgogliosa al Zulia e che esaltano le virtù della sub-regione Guajira, la sua eccezionale bellezza paesaggistica carica di magnetismo dei nostri antenati, i popoli indigeni, i popoli originari, nativi.

Apprezzo il sostegno permanente e incondizionato dei nostri sindaci della sub-regione Guajira: Hébert Chacón, Luis Caldera e Ildebrando Ríos. Così come alla squadra del Sindaco di Guajira che ci ha accompagnato con entusiasmo e fiducia nella progettazione dei percorsi ecoturistici attraverso i ruscelli del Fiume Limón: Indira Fernández, Danmary de Vicente, Yussemir Abreu, Rocío Boscan; dal Ministero della ecosocialismo, Habitat e la Casa Lisimaco Paz e Fanny Reyes dal Governo Regionale.

A  soli 45 minuti dalla città di Maracaibo. Poligonali dei Parchi Ecoturistici Caño Paijana, Caño La Tigra e Caño La Enea.

2Lenin Cardozo, ambientalista venezuelano | ANCA24 – Fanny Reyes – giornalista ambientalista venezuelana | Hugo E. Méndez U., giornalista ambientalista venezuelano | ANCA24 Italia

Annunci

Informazioni su ANCA24italia

Notizie ambientaliste, ecologiste e conservazioniste dalle Americhe
Questa voce è stata pubblicata in Articoli. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...